Gorizia 0481-534276 - Cividale 0432-731491

Cosa accade quando un condomino vuole installare un'antenna televisiva, ma non ha lo spazio necessario per farlo?

L'utilizzo dell'antenna, e quindi la sua installazione, è un vero e proprio diritto, che trova fondamento nella Costituzione Italiana. L'art. 21 Cost. recita infatti:

Quando si decide di interrompere un rapporto di locazione si deve restituire l'immobile al proprietario e, proprio in questa fase, alle volte nascono delle discussioni.

Non tutti sanno quali siano le condizioni nelle quali si deve lasciare l'appartamento/casa. Ad esempio comunemente si crede che il conduttore (colui che è in affitto) debba ritinteggiare le pareti, ma vedremo che non sempre è così.

Innanzitutto vediamo quali sono gli obblighi iniziali del conduttore e del locatore nel momento della consegna dell'immobile alla stipula del contratto di affitto.

L'art. 1117 del Codice Civile stabilisce quali sono le parti comuni di un condominio. L'articolo riporta in modo preciso un elenco di parti condominiali, le quali sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell'edificio. All'atto costitutivo del condominio, cioè alla prima vendita, è possibile stabilire l'uso esclusivo di una parte comune in favore di un condòmino. Accade che il diritto di uso esclusivo e perpetuo venga ceduto su determinate parti comuni quali il giardino. Ed è addirittura quasi una consuetudine ormai inserire (come clausola contrattuale) tale richiesta nel caso di compravendita alla stipula dell'atto notarile.

Uno degli aspetti più importanti all'interno della gestione condominiale è la presentazione di un rendiconto da parte dell'amministratore.
Il rendiconto condominiale non è altro che un prospetto sintetico delle entrate e delle uscite operate dal condominio in un arco temporale, che solitamente coincide con l'anno solare. E' un documento composto da voci di entrata e uscita, situazione patrimoniale, eventuali riserve e fondi esistenti.

La riforma del Condominio ha introdotto l'obbligo da parte dell'amministratore di far transitare tutte le somme che riguardano la gestione economica del condominio su uno specifico conto corrente, bancario o postale. Il conto corrente deve essere sempre intestato al Condominio. Ovviamente la firma e la gestione del conto sono sempre di competenza dell'amministratore. Lo stesso conto corrente deve essere però accessibile a chi volesse prendere visione, per legittimo interesse, della sua rendicontazione, estraendone copia a sue spese: tutti i condòmini ne hanno diritto.